sabato 28 aprile 2012

UN PERIODO DI ROTTURA: UN LO

Vedo che qualcuna si preoccupa in merito ai cambiamenti del mio stile. Ebbene, effettivamente mi sono un filino stancata dello scrap french style, forse sono troppi anni che lo metto in pratica, forse sento il bisogno di scoprire nuove cose per comprendere appieno cosa alla fine mi piace di più, forse desiderio sperimentare, studiare, scoprire e poi mettere in pratica, forse ho solo la necessità di nuovi orizzonti. Insomma in finale non devo rendere conto a nessuno quando creo qualcosa, non ho vincoli, non faccio parte di un DT, non devo necessariamente compiacere i desideri altrui ma solo il mio istinto, quindi mi prendo il privilegio di questa libertà e faccio quello che viene di volta in volta. Mai dire mai!!! Le regole comunque non fanno per me, quindi potendo nello scrap trasgredisco!!!

A questo proposito eccovi un Lo in linea con le mie ricerche.
Vi racconto la storia. Io ho molte passioni, una grandissima la nutro per la lettura, che ha due fasi nel corso dell'anno. Quella invernale, in cui leggo esclusivamente in macchina, mentre aspetto di prendere una figlia o un figlio a scuola, allo sport, dagli amici; e quella estiva in cui i miei libri li porto a casa, al mare, in vacanza e in qualsisasi posto possa concedermi anche solo 10 minuti per me.
Va da sè che un libro letto d'inverno necessita di lunghe settimane prima di essere finito. Un mese e mezzo è passato leggendo IL PRIGIONIERO DEL CIELO di CARLOS RUIZ ZAFON. L'autore de L'Ombra del vento. Un autore spagnolo, che ambienta i suoi libri quasi sempre a Barcellona in atmosfere tra il reale e l'irreale, con personaggi descritti minuziosamente e che ciclicamente tornano in apparizioni più o meno importanti in quasi tutti i suoi libri. Alla fine ci si sente parte del libro stesso e dell'universo dell'autore. Se non lo conoscete iniziate a leggere L'Ombra del vento e poi Il prigioniero del cielo che ne è l'evoluzione. Poi via via gli altri. Alcuni sono un tantitno fini a se stessi, ma vale la pena leggerli comunque.
Ebbene, nel momento preciso in cui, seduta in macchina ho letto l'incipit de Il prigioniero del cielo ho capito che avrei finito col fare un LO dedicato a questo libro. Potrebbe essere l'inizio di una serie. Mi piace questa cosa di realizzare dei LO sui libri che amo.

Fondamentalmente non ho fatte cose grandissime per il Lo, il lavoro più grande è stato quello di restituire le emozioni che avevo in me dopo aver letto il libro. Questa pagina è una sorta di sintesi del romanzo, ovviamente per come l'ho vissuto io.
Mi piacerebbe se qualcuna che ha letto il libro ci ritrovasse qualcosa di familiare o ancor di più se qualcuno dopo aver visto questo Lo avesse il desiderio di leggerlo.

Questo Lo non è un esercizio di stile ma solo il frutto di tante emozioni.
Eccolo





Ringrazio Barbara Andreuzzi che mi ha permesso di realizzare dei dettagli di questo LO. Le foto di questo Lo sono tutte fatte da mio marito. La foto grande in basso a destra è stata fata proprio per me, con gli elementi dell'incipit, le altre fanno parte di una raccolta alla quale sta lavorando. Donna fortunata ad avere il marito che gli realizza le foto secondo i suoi desideri!!!
Sono perfettamente consapevole che questo mio lavoro può non incontrare il gusto degli altri, ma non importa, questo mio blog lo vivo come una sorta di blocco degli appunti dove annotare delle cose di me.
Grazie a chi ha letto fin qui. A presto

21 commenti:

  1. E' bellissimo, sembra un quadro! Mi piacciono i tuoi esperimenti ma soprattutto mi piacciono le persone che sanno andare oltre, che provano, rischiano, cambiano... altrimenti tutto si riduce a "che barba, che noia, che barba!" Baci e buona domenica

    RispondiElimina
  2. brava, brava, brava!!! mi piacciono le sperimentazioni e le trasgressioni... denotano intelligenza e coraggio :-)
    un bacione

    RispondiElimina
  3. MI piace da impazzire!!!!! dentro di me c'è la voglia di "colorcaos",ma x ora sono frenata dall'idea che una cosa pulita e lineare possa essere compresa meglio e più piacevole agli occhi. MI STAI FACENDO CAPIRE CHE NON E' VERO!!! Grazie Danda

    RispondiElimina
  4. FANTASTICO...un LO con l'anima....

    Continua cosi!

    Anto

    P.S...io non ho letto il libro, ma mi hai emozionata lo stesso....GRAZIE!

    RispondiElimina
  5. Ale, che dire, sei fantastica. E' giusto che i LO tu li faccia per te, ed è giusto quindi che tu li faccia come piace a te senza badare alle opinioni altrui. E comunque è davvero una pagina straordinaria e molto particolare. Continua così

    RispondiElimina
  6. Bellissima sperimentazione, sembra un quadro, un'opera d'arte e credo proprio che lo sia!!
    Hai fatto un lavoro stupendo.
    Un abbraccio grande e spero di vederti presto.
    Manu

    RispondiElimina
  7. Questo tuo "trasgredire" scrapposo inizia proprio a piacermi. Il LO è molto particolare e mi incuriosiscono molto le foto fatte da tuo marito per l'occasione. Si si mi piace molto l'idea del LO emozionale...da sperimentare!!

    RispondiElimina
  8. Danda tu sei una fonte inesauribile di sorprese.Il tuo LO è "nuovo", innovativo, mischia grafica, tecniche scrap e altre ricerche. BRAVA e osa pure perché ti viene benone!
    Baci Baci
    BIBI

    RispondiElimina
  9. Ciao danda, fai proprio bene a sperimentare e a provare cose nuove, specialmente se il risultato è questo!!! Non conosco ancora questo scrittore, ma sicuramente lo leggero. Grazie per gli spunti sempre nuovi!

    RispondiElimina
  10. ciao danda
    particolarissimo, interessante, fantastico
    ciao a presto
    xoxo BA

    RispondiElimina
  11. ...Un'opera FAVOLOSA!..Fai tanti complimenti al marito..un ottimo fotografo..che fortuna!..
    Bacini

    RispondiElimina
  12. un cambiamento radicale non c'è che dire...molto particolare e carico di emozioni, questo si vede proprio...
    brava!! sperimenta, è la cosa più divertente!!
    :)

    RispondiElimina
  13. sei una persona fantastica e ciò che sempre ci mostri è un qualcos a di unico e di grande,che ti dà una carica pazzesca ed emana sempre forte emozioni!!!L'arte è tutto questo!!
    continua a farci sognare cara Danda!!
    un forte abbraccio
    chiara

    RispondiElimina
  14. Il bello dello scrap è proprio questo,uno può spaziare con la fantasia e cambiare stile come uno si sente di fare!!!è questo il suo bello!!!
    La foto che mi hai commentato di Firenze l'ho fatta da una terrazza di una biblioteca dove c'è un bel bar,la parte rossa è il bancone del bar,mi piaceva il riflesso della cupola!

    RispondiElimina
  15. Brava continua a sperimentare vuol dire che ti piacciono i cambiamenti...è la tua forza!!!! Solare come sempre così come ti ho conosciuta!!! Un forte abbraccio
    Laura

    RispondiElimina
  16. Mi piace questo tuo modo di raccontarti e il trasmettere le tue emozioni su carta. Per me lo scrap non è un esercizio di stile ma il frutto di tante emozioni (giusto per citarti) e il tuo modo di estarnarle mi piace.
    Brava!!!

    RispondiElimina
  17. claudia caprara2 maggio 2012 09:49

    Era un pochino che non passavo di qua.....e WOW!!!!
    DAVVERO!
    Danda mi piacciono moltissimo le tue sperimentazioni,
    vengono proprio dal cuore, bravissima!

    e poi ogni tanto una pausa dal french-style ci vuole!

    smack
    ClaudiaC

    RispondiElimina
  18. Bellissima l'idea di dedicare un LO ad un libro e soprattutto alle emozioni che ha suscitato.
    Mi piacerebbe tanto vederlo dal vivo!

    RispondiElimina
  19. Bello il tuo LO, frutto di emozioni, forse un po' contorto per me, sinceramente, pero' molto d'effetto!

    RispondiElimina
  20. ADORO letteralmente CARLOS RUIZ ZAFON, è uno dei miei preferiti! ma io ci metto 2 giorni in media a finire i suoi libri... comincio a leggere e poi mi accorgo che sono già le 5 di mattina!!! nn ho ancora letto questo perchè il periodo lettura è in standby ma ho sempre visto i suoi libri come un quadro nero da cui emergono forme e luci dai colori vivacissimi... o forse è solo la sclero di fine serata!!! hi hi hi baci

    RispondiElimina
  21. ma tu sei un mito di donna!! Bella la storia, la realizzazione e l'ambientazione di questo LO!
    Decisamente lo stile classico francese ormai ti sta un po' stretto!! continua con le tue sperimentazioni che vedo che vai alla grande!!! Baci

    RispondiElimina

Se lasciate le vostre impressioni ne farò tesoro!